YouTrend, supermedia sondaggi politici: nuovo record per la Lega di Salvini

Si conferma in seconda posizione il Partito Democratico (invariato al 23,2%) mentre scende di un punto al nuovo minimo il M5S (17,2%).

105 3
105 3

Meno sondaggi del solito (alcuni istituti sono già entrati nella pausa estiva), il dispiegarsi degli effetti del caso Sea Watch e quelli – per ora ancora soltanto ipotizzabili – dello scandalo sui finanziamenti della Russia alla Lega. Tutto ciò ha come effetto una Supermedia più provvisoria del solito, ma che regala comunque delle sorprese: a cominciare dal nuovo record storico per la Lega, che tocca il 37,7% dei consensi, un livello mai raggiunto in precedenza dal partito di Matteo Salvini. Si conferma in seconda posizione il Partito Democratico (invariato al 23,2%) mentre scende di un punto su base quindicinale il Movimento 5 Stelle (17,2%). L’altra sorpresa è il sorpasso di Fratelli d’Italia su Forza Italia, sia pure di un misero 0,1 per cento (7,0% contro 6,9%).

Supermedia dei sondaggi politici: le liste e i partiti

Il record della Lega trascina in alto il dato della maggioranza di Governo, che arriva a sfiorare il 55% dei consensi (54,9). Rispetto alle Europee rimane sostanzialmente invariata, poco sopra il 27%, la componente “progressista” delle opposizioni, mentre la somma di FI e FDI vale circa il 14%.

Supermedia dei sondaggi politici: maggioranza e opposizioni

Ma la crescita della Lega (e il buon dato di FDI) fa bene anche all’aggregazione “virtuale” del centrodestra, inteso come la coalizione che alle Politiche 2018 si fermò poco sopra il 37% dei voti. Oggi quella coalizione arriverebbe a sfiorare il 52%, una percentuale ampiamente in grado di garantire la maggioranza assoluta in entrambe le Camere in caso di elezioni anticipate. La seconda coalizione, quella di centrosinistra (PD, +Europa e altre liste minori) si fermerebbe a meno della metà dei voti del centrodestra (25,6%).

Supermedia dei sondaggi politici: le coalizioni

 

[Leggi l’analisi completa su Agi]

[Tutti i sondaggi del 2019 e media mobile]

In this article

Scrivi un commento

3 commenti

  1. peter pan

      

    Ciao belfagor, buon inizio di settimana a te e agli eventuali amici che ancora leggono (Naka in primis). Alla mia età i personaggi da te elencati sono tutti indistintamente nelle mie memorie, ma quanti giovani sanno chi “erano”? Pur ridimensionato, oggi va per la maggiore il reddito di cittadinanza ed è questo ciò che conta! Si vantano di aver ridotto il numero dei senza lavoro (e fra un po’ arriveranno i navigator a fare un tubo, pagati, tutto il giorno), ma i tavoli di lavoro per scongiurare le chiusure di fabbriche e attività stanno moltiplicandosi….
    A questo punto, egoisticamente ma con rammarico pensando ai miei nipoti devo dire: che si fottano! Io di figure carismatiche non ne vedo, proprio per niente e ciò mi rattrista, al peggio non c’è mai limite! Pensa solo alla caccia alle streghe scatenata sui 65milioni russi. Sembra quasi che la Lega (che non ha i miei favori) li abbia già incassati e trasformati in diamanti! Spero solo che non li abbiano acquistati dalle famose banche tipo BPM…. sarebbe una bella beffa!
    Mi siedo sulla riva del fiume e aspetto… certo è che con l’aria che tira potrebbero trovarmi stecchito, con scritta sulla lapide: attendeva che qualcosa cambiasse…
    Un solo risveglio di coscienza: Zingaretti adesso vuole mettere in ombra perfino Bartali: è tutto sbagliato, è tutto da rifare….
    Ciao e a presto. Mario stazionario è sempre in ospedale.

  2. belfagor

      

    ciao peter, come te la passi? sono d’accordo con te che il m5s si trova in grandi difficoltà e soprattutto che non c’è un ricambio possibile per sostituire il 33enne Di Maio, che pur non eccelso non pare avere sfidanti decenti nel suo attuale ruolo di capo politico. Fico forse è l’unico che potrebbe conciliare le due anime del m5s, quella originale di sinistra movimentista e quella istituzionale governativa, visto che è la terza carica della nostra povera Repubblica Italiana. Ma non mi sembra abbia la ‘caratura’! Quel che mi sembra lampante, soprattutto guardando il bel disegno che accompagna questo articolo, è che la classe politica italiana non è veramente all’altezza di un paese con le nostre tradizioni, storia, forza e collocamento internazionale. Guardali, questi capi-partito, fanno pena in verità, non ce n’è uno che abbia la stazza o stoffa o carattere da vero leader. Mi scuserai la mia poca modernità ma viene da rimpiangere gli Andreotti, Craxi, La Malfa, senza parlare di Moro, Berlinguer, Pertini e perfino Nilde Jotti. Insomma, come siamo scivolati in basso. ‘na vera schifezza. Mi accommiato, caro peter, un poco mestamente, e ti auguro buon fine settimana in quel di Monza. Un saluto dalla Capitale invasa dai rifiuti (e con il caldo…. ‘na puzza…) 

  3. peter pan

      

    Guardando il quadretto, sembrerebbe che la Meloncina abbia superato mica male  il berlusca, poverello, acciaccato dai malanni, che ormai sarà sul 1.60… ma la Meloncina non può essere di più, mi sembra un po’ … così tappetta….
    Cosa dire del M5, che si accontenta del 17%circa e non può nemmeno sostituire di Miao perchè non ha nessuno, ma proprio nessuno. Fico? Di Battista? O il peggio del peggio,  ministro degli infraditostrutture Tontinelli… mamma mia, come sono ridotti male….
    Chi si deciderà a fare il primo passo? Se fossi Salvini lo farei subito, con quello che riescono a combinare i 5S, vedi Roma e Torino e governo, non mi sorprenderei se le prossime proiezioni li collocassero al 13/15%…
    Bene, stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che io ho detto la mia.
    Buon fine settimana, poco ma positiva. Per me un paio di gazzose e due pizzette, ma va bene così!