NATO contro Trump: tensione dopo il terremoto politico negli Stati Uniti

A pochi giorni dall’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha avvertito che “andare da soli non è un’opzione, né per …

1197 17
1197 17

A pochi giorni dall’elezione di Donald Trump alla Casa Bianca, il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha avvertito che “andare da soli non è un’opzione, né per l’Europa né per gli Stati Uniti”. “Siamo di fronte alle più grandi sfide della sicurezza da una generazione”, ha scritto Stoltenberg in un editoriale sull’Observer. “Questo non è il momento di mettere in discussione il partenariato tra l’Europa e gli Stati Uniti”, ha aggiunto Stoltenberg.

Durante la sua campagna elettorale, Trump ha suggerito che Washington potrebbe non intervenire in aiuto di un alleato della Nato che non contribuisce sufficientemente al piatto comune dell’Alleanza. Una posizione che potrebbe pregiudicare il principio della difesa collettiva che è il cuore del trattato istitutivo della Nato. Stoltenberg ha ricordato che l’unica volta che la Nato ha usato questo principio – “un attacco contro uno è un attacco contro tutti” – è stato dopo gli attentati dell’11 settembre 2001 contro gli Stati Uniti.

Più di un migliaio di truppe europee in Afghanistan “hanno pagato il prezzo più alto” in questa operazione che è stata “una risposta diretta” agli attacchi ngli Usa, ha detto Stoltenberg, aggiungendo che la Nato ha permesso “l’integrazione dell’Europa” e la fine della Guerra Fredda. “I leader europei hanno sempre capito che andare da soli non è un’opzione”, ha sottolineato il segretario generale.

In this article

Scrivi un commento

17 commenti

  1.   

    Intanto Jens “lo stolto” non è un norvegese puro, è un krukkotroll. Col senno di poi capisco sempre di più perchè negli Usa hanno votato Trump. Anche se Trump non desse i frutti promessi, o li desse male e scarsi, non si erano mai visti paesaggi globali del genere. Credo che nessuno, onestamente, potrà più deridere chi parla di complotto, di massoneria, di poteri forti che vogliono governare il pianeta fin nei minimi dettagli, perchè Trump sarà anche un outsider, ma non stiamo certo parlando di Ernesto Che Guevara o Salvador Allende alla casa bianca. Dall’agitazione in corso tra i burattini della corporatocrazia dell’impero, quella dedita alla realizzazione del destino manifesto sembra ci stiamo avviando ad  una  simil rivoluzione bolscevica o castrista. Certe volte penso che potrebbe trattarsi della madre di tutte le recite.

  2.   

    Stoltenberg è onomatopeico, questo aveva gli exit pool bloccati al 92% di killary e adesso va in paranoia. Come pure quella minestra svedese che se tutte le donne vanno in politica come lei col risultato di essere le brutte copie dei peggiori politici rischiamo un nuovo adolfino in gonnella, che sponsorizza la nuova operazione barbarossa in rosa e ne deriverebbe una operazione barbarosa.

  3. ronin

      

     
    Proteste al soldo dell’1%, per deporre Trump (o ucciderlo)
     
    http://www.libreidee.org/2016/11/proteste-al-soldo-dell1-per-deporre-trump-o-ucciderlo/
     
    Delegittimare Trump serve a indebolirlo, per poi magari arrivare a ucciderlo. Decine di migliaia di americani in piazza contro di lui? Non capiscono il pericolo che corrono: sono manipolati da organizzazioni criminali, le stesse che hanno organizzato il golpe in Ucraina pagando manifestanti (anche non ucraini) per abbattere il governo regolarmente eletto. I “progressisti” che contestano la vittoria di Trump, firmando la petizione eversiva di “Change.org” che chiede ai grandi elettori di scippare il risultato elettorale facendo eleggere Hillary presidente? Sono gli stessi che, ieri, condannavano Trump quando disse che non avrebbe accettato un verdetto elettorale a lui contrario, se fossero emersi sospetti di irregolarità. Quello che non comprendono, i manifestanti anti-Trump, è che stanno lavorando per l’oligarchia, per il famigerato 1% che aveva imposto Hillary come unica scelta possibile, con il concorso criminoso di tutti i grandi media. Questi i ragionamenti che un analista di primo piano come Paul Craig Roberts propone, di fronte alle clamorose agitazioni post-elettorali. Roberts cita il sociologo progressista Arthur Schlesinger Jr., che avvertiva: tutti i grandi scossoni «provocano sempre rabbia da parte di chi traeva profitto dal vecchio ordine». E Marx chiariva: nessuna rivoluzione ha successo, se la vecchia classe dirigente resta al suo posto.
     
    Per Craig Roberts, la colossale manipolazione in corso per tentare di “scippare” a Trump la vittoria è pericolosa, perché mina la tenuta democratica degli Stati Uniti – paese su cui pesano ombre gigantesche, dal coinvolgimento di settori Paul Craig Robertsdell’intelligence negli omicidi eccellenti della storia (i Kennedy, Martin Luther King) alle “inspiegabili” falle nella sicurezza in occasione di tutti i grandi attentati, dall’11 Settembre in poi. Tradotto: Donald Trump – chiunque sia davvero, politicamente – non può non sapere di essere in serio pericolo: potrebbe essere travolto dalle proteste o ricattato dagli organizzatori della “rivolta”, affinché accetti di “prendere a bordo” gli uomini-chiave di Hillary. E’ per loro, in ogni caso, che i manifestanti anti-Trump lavorano: alla guida della rivolta ci sono «teppisti prezzolati, pagati dall’oligarchia», proprio come «Washington e il German Marshall Fund pagarono gli studenti di Kiev per contestare il governo ucraino democraticamente eletto al fine di preparare il colpo di Stato». L’organizzazione “Change.org”, secondo Craig Roberts «sta distruggendo la reputazione di tutti i progressisti facendo circolare una petizione per chiedere all’Electoral College di annullare le elezioni».
     
    Tutto già visto nel 2014 a Kiev, dove «la paga era abbastanza buona da attirare persone che non erano nemmeno ucraine ma erano pagate per protestare come se…………………….

    …ecc…

     

  4.   

    Obama non demorde
    Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama si recherà in visita ad Atene e richiederà al Primo Ministro della Grecia Alexis Tsipras di chiudere i porti alle navi della marina russa, di votare nuove sanzioni e di cancellare il veto “illegale” per l’adesione della repubblica di Macedonia alla NATO, ha detto in un articolo sul sito militaire.g.”Gli obiettivi dell’improvvisa visita dell’uscente presidente Obama sono stati determinati dalla Heritage Foundation, una fondazione dei bellicosi “neoconservatori” dirigenti di politica estera americana e piattaforma per il reintegro dei posti ministeriali”, scrive il sito, in riferimento all’articolo della fondazione di Luke Coffey e Daniel Cochis.https://it.sputniknews.com/politica/201611133626275-Media-Obama-chiede-Grecia-chiudere-suoi-porti-Russia/

  5.   

     

    Mogherini e’ una garanzia..non si smentisce Mai..!!  E’ l’ ipervenduta che non termina mai i suoi movimenti verso il basso, sempre piu’ bassi… 
    Fino a che non cambia la musica continuera’ a ballare con l’altro forsennNATO di Stoltemberg, ma non neghera’ l’ultimo ballo ad Obama: quello del Quack Quack..!!
    Vedremo, fra non molto, l’emergere delle responsabilita’, e gli Europei ne terranno conto..di sicuro.

  6.   

    Basta con questi fanatismi di eserciti e di sanzioni, quel krukkotroll di Stoltenberg (onomatopeico come cognome) dimostra una tale stoltezza. Proprio LORO (i norvegesi) che sono fuori da tutto e da sempre, predicano a noi che siamo oramai una colonia fallita in mano alle banke, alle troike ecc.ecc. che si deve stare uniti, tutti uniti e sempre contro guarda caso un comune nemico, quello che ci indica da sempre lo zio Sam. Troverà probabilmente ascolto nell’ultima esplosione della ministra svedese che sente ià nostalgia di obanana e vorrebbe veder rinnovate sanzioni e truppe ai confini con la Russia, perchè altrimenti come si fa? Questa signora sembra un adolfino in gonnella, di cui certo non abbiamo bisogno anche se esistono quote rosa, pari opportunità ecc. ecc. Non vorremmo dover assistere ad una nuova operazione barbarossa che per parità di genere dovrebbe chiamarsi barbarosa.

  7.   

    Federica Mogherini
    l’UE continuerà la sua politica nei confronti della Russia …
    http://it.news-4-u.ru/la-politica-dellunione-europea-in-ucraina-e-in-crimea-restera-immutato-ha-assicurato-mogherini.html

  8. robyuankenobi

      

    in effetti la mossa di TRUMP   costringerà …finalmente… a costituire un esercito europeo. certo se vuoi essere difeso dagli USA  non puoi difendere la tua..indipendenza…un poco come far la voce grossa utilizzando una moneta che non sei in grado di controllare. nel frattempo mi documento  .   vedete le famose espulsioni di TRUMP  …bene il mitico obama  ha fatto durante il suo regno 2,5 milioni di espulsioni.. ma di cosa parlano i detrattori di TRUMP?  almeno lui ha indicato le…categorie…da espellere…f

    Originariamente inviato da m.mazzoni: Se l’Europa avesse un minimo di intelletto e di classe dirigente con una visione del futuro, prenderebbe la palla al balzo. Per costruire una difesa comune europea, dopo il tentativo avviato ed abortito dai francesi agli inizi degli anni ’50 (Comunità europea di difesa), uscirebbe da progetti dispendiosi e di dubbia validità come gli F35, per rilanciare la produzione delle proprie industrie (EADS, Leonardo-Finmeccanica…). Manterebbe tutt’al più la NATO come organismo leggero di coordinamento tra la nostra difesa e quella di USA e Canada. Ma dubito che alla fine si arriverà ad altra soluzione, se non di sborsare più soldi per foraggiare le imprese USA.

     

  9. m.mazzoni

      

    Se l’Europa avesse un minimo di intelletto e di classe dirigente con una visione del futuro, prenderebbe la palla al balzo. Per costruire una difesa comune europea, dopo il tentativo avviato ed abortito dai francesi agli inizi degli anni ’50 (Comunità europea di difesa), uscirebbe da progetti dispendiosi e di dubbia validità come gli F35, per rilanciare la produzione delle proprie industrie (EADS, Leonardo-Finmeccanica…). Manterebbe tutt’al più la NATO come organismo leggero di coordinamento tra la nostra difesa e quella di USA e Canada. Ma dubito che alla fine si arriverà ad altra soluzione, se non di sborsare più soldi per foraggiare le imprese USA.

  10.   

    Obama 
    Obama is trying to sneak in thousands more Muslims before the door closes. And he’s trying to get them anywhere he can. If Australia won’t take in Muslims
    The U.S. government has agreed to accept refugees being held in Nauru and Papua New Guinea’s Manus Island, Prime Minister Malcolm Turnbull said Sunday. Mr. Turnbull didn’t disclose how many were likely to resettled by the U.S. or on what terms, but he stressed the arrangement wouldn’t be repeated or be extended to asylum seekers not already in the camps…….
    http://www.frontpagemag.com/point/264818/obama-takes-thousands-illegal-muslim-migrants-who-daniel-greenfield

  11. robyuankenobi

      

    certo SOROS  stavolta lo ha preso sulle gengive.. far eleggere hillary che dopo poco si dimetteva per motivi di salute . lasciando gli usa in mano al suo  vice. Ma soros non demorderà . ne vedremo delle belle. Perchè se scendon in piazza i clintoniani dovrebbe essere vietato lo scendere in piazza al …kkk…  ARRIBA LA REVOLUTION 

    Originariamente inviato da Mulder:


     

     Scrive il Washington Post President Obama has ordered the Pentagon to find and kill the leaders of an al-Qaeda-linked group in Syria that the administration had largely ignored until now and that has been at the vanguard of the fight against the Syrian government, U.S. officials said. The decision to deploy more drones and intelligence assets against the militant group formerly known as Jabhat al-Nusra reflects Obama’s concern that it is turning parts of Syria into a new base of operations for al-Qaeda on Europe’s southern doorstep, the officials said. Obama anticipa le pulizie di Natale, con tanti doni ( droni) ai capi dei tagliagole ex soci in Siria, prima che testimonino le malefatte sue e della Clinton..! Nel mentre anche il Ministero del Tesoro dichiara il taglio ai finanziamenti al Fronte di Al Nusra ed ai reclutamenti. Il W.P. avveva comunicato il 16 giugno 2015 che Brennan, Direttore della CIA aveva speso un miliardo di dollari anno in armi ed addestramento per i ribelli moderati, mentre secondo Reuters, Hillary ha incassato  $990 million da Soros, ed i Sauditi. Guarda guarda cosa succede prima ancora Trump  sia insediato..!! Obama sta applicando il suo Piano Strategico di Uscita.. Save my back!!

     

  12.   

     

     Scrive il Washington Post
    President Obama has ordered the Pentagon to find and kill the leaders of an al-Qaeda-linked group in Syria that the administration had largely ignored until now and that has been at the vanguard of the fight against the Syrian government, U.S. officials said.
    The decision to deploy more drones and intelligence assets against the militant group formerly known as Jabhat al-Nusra reflects Obama’s concern that it is turning parts of Syria into a new base of operations for al-Qaeda on Europe’s southern doorstep, the officials said.
    Obama anticipa le pulizie di Natale, con tanti doni ( droni) ai capi dei tagliagole ex soci in Siria, prima che testimonino le malefatte sue e della Clinton..! Nel mentre anche il Ministero del Tesoro dichiara il taglio ai finanziamenti al Fronte di Al Nusra ed ai reclutamenti.
    Il W.P. avveva comunicato il 16 giugno 2015 che Brennan, Direttore della CIA aveva speso un miliardo di dollari anno in armi ed addestramento per i ribelli moderati, mentre secondo Reuters, Hillary ha incassato  $990 million da Soros, ed i Sauditi.
    Guarda guarda cosa succede prima ancora Trump  sia insediato..!! Obama sta applicando il suo Piano Strategico di Uscita.. Save my back!!

  13. robyuankenobi

      

    caro mulder concordo. vedi ad esempio con la elezioone di TRUMP   stranamente l’acquisto di armi è calato del 18 per cento. se tu hai uno stato che ti difende non sei pressato dalò fatto di difenderti da solo.  desidero sottolineare però che i nostri ..giornalai.. non voglion ammettere di non aver azzeccato un cazzo e persistono. TRUMP  ha detto che costruirà un muro col messico. vero ma nessun giornalaio ha detto che esiste già ed è di 300 km  costruito e mantenuto dai democratici  clinton ed obama più hillary come ruota di scorta . inoltre il tanto democratico obama premio ignobel per la pace non è riuscito a chiudere nemmeno  GUANTANAMO ma di cosa parlano questi democratici che tanto piacciono aqlle sinistre nostrane? una altra cosa i giornalai scrivono che rimpatrierà i fuori   regola . sarebbe già buono che lo copiassimo ma in realtà TRUMP  alludeva a delinquenti, venditori di droga membri delle  gang latino americane. cosa fareste voi ve li terreste? Beninteso non è che trump mi piaccia molto. un ricco difficilmente sarà pro poveri come la sinistra che prende i voti ai parioli ma preferisco un delinquente coerente. ad un bonaccione troppo furbone.uOriginariamente inviato da Mulder:


     

    Cesare…il tuo ragionamento non fa una piega…occorre capire cosa potra’ permettersi di fare Trump. Credo debba alleggerire la spesa militare; decine di migliaia di contractors costano  troppo, includendo i terroristi.. Guerre stupide che non portano ricavi al paese, ma solo alla industria bellica, vanno eliminate; alimentano l’odio per l’America  quando puo’ dare  direttamente una parte del bilancio alla lobby per il  rinnovo il parco bellico peraltro obsoleto. Sicuramente vuole spendere meno per la Nato, in conseguenza del fatto che, oltre ad aumentare i rischi di un conflitto nucleare, risultati di conto economico non ne porta.  Stoltemberg straparla circa l’art 5 utilizzato nel 9/11.!! Tutti hanno capito che e’ stao un crimine commesso contro l’Iraq. Certo  ha infiniti capitoli di investimento piu’ redditizi per il paese. Resta da capire se gli permetteranno di fare cio che vorra’..  Ma se uscisse dalla NAto , sarebbe  la migliore mossa di sempre…magari..porterebbe alla distensione ed alla pace..
     

  14. robyuankenobi

      

    perchè gli USA  debbon pagare l’8o per cento del bilancio NATO  quando l’unico scopo di difenderci dai comunisti non esiste più? cosa ha mai fatto la NATO? ha ragione quando dice che è obsoleta. L’ho già rimarcato in precedenza. il pericolo viene da sud e noi mandiam truppe in lituania. Trump non ritiene putin un nemico anzi….coerentemente non vuol più mantenere la NATO… nata per difender la germania. 

    Originariamente inviato da Cesare58: Mi sembra strano che Trump prenda di mira la Nato che negli ultimi 25 anni è sempre stata solo e unicamente un cavalier servente degli Usa per gli ormai noti scopi di pressing verso la Russia o per avvalorare e giustificare le aggressioni americane verso Paesi che non avevano aggredito nessuno (Afganistan, Iraq, Libia). Forse l’intenzione di Trump è solo quella di spillare più soldi ai Paesi europei per la difesa comune, in tal senso l’intervento di Trump sarebbe, dal suo punto di vista, comprensibile. Dopo si potrebbe obiettare che essendo la Russia l’unico Paese in grado di preoccupare l’Europa per la sua potenza militare, ma essendo la Russia completamente avulsa da qualsiasi intenzione espansionistica data l’immensa vastità del suo terrirorio e l’assenza di qualsiasi intellegibile motivazione anche politica, la Nato risulterebbe un pesante carro da trainare senza carico. Certo esistono sempre le necessità produttive dell’industria bellica la quale non può produrre armamenti senza un’esercito a cui darli e forse proprio e solo in questo sta il nocciolo della questione.  

     

  15.   

     

    Cesare…il tuo ragionamento non fa una piega…occorre capire cosa potra’ permettersi di fare Trump. Credo debba alleggerire la spesa militare; decine di migliaia di contractors costano  troppo, includendo i terroristi..
    Guerre stupide che non portano ricavi al paese, ma solo alla industria bellica, vanno eliminate; alimentano l’odio per l’America  quando puo’ dare  direttamente una parte del bilancio alla lobby per il  rinnovo il parco bellico peraltro obsoleto.
    Sicuramente vuole spendere meno per la Nato, in conseguenza del fatto che, oltre ad aumentare i rischi di un conflitto nucleare, risultati di conto economico non ne porta.  Stoltemberg straparla circa l’art 5 utilizzato nel 9/11.!! Tutti hanno capito che e’ stao un crimine commesso contro l’Iraq.
    Certo  ha infiniti capitoli di investimento piu’ redditizi per il paese. Resta da capire se gli permetteranno di fare cio che vorra’..  Ma se uscisse dalla NAto , sarebbe  la migliore mossa di sempre…magari..porterebbe alla distensione ed alla pace..

  16. Cesare58

      

    Mi sembra strano che Trump prenda di mira la Nato che negli ultimi 25 anni è sempre stata solo e unicamente un cavalier servente degli Usa per gli ormai noti scopi di pressing verso la Russia o per avvalorare e giustificare le aggressioni americane verso Paesi che non avevano aggredito nessuno (Afganistan, Iraq, Libia). Forse l’intenzione di Trump è solo quella di spillare più soldi ai Paesi europei per la difesa comune, in tal senso l’intervento di Trump sarebbe, dal suo punto di vista, comprensibile. Dopo si potrebbe obiettare che essendo la Russia l’unico Paese in grado di preoccupare l’Europa per la sua potenza militare, ma essendo la Russia completamente avulsa da qualsiasi intenzione espansionistica data l’immensa vastità del suo terrirorio e l’assenza di qualsiasi intellegibile motivazione anche politica, la Nato risulterebbe un pesante carro da trainare senza carico. Certo esistono sempre le necessità produttive dell’industria bellica la quale non può produrre armamenti senza un’esercito a cui darli e forse proprio e solo in questo sta il nocciolo della questione.  

  17. robyuankenobi

      

    per quanto mi risulta TRUMP  è di origini tedesche. il padre ..eran periodi brutti.. si spacciò per irlandese. ad onor del vero fece pure il manovale nella ditta del padre ma solo per poche settimane preferendo fare il ..venditore.. Vero che fallì alcune volte . ma in america il fallimento ha uun altro significato. regolamentato per legge.. permette di dilazionare i pagamenti  . in effetti lui..legalmente.. ne approfittò troppo. Che abbia fatto cose fuori dalla norma è possibile. quasi una necessità per salire ad alti livelli…da noi potrei nominarne 2   berlusconi e de benedetti.