Tutti i Bush contro Donald Trump. Partito repubblicano spaccato ma lui vince

Gli ex presidenti George H.W.Bush (1989-1993) e George W.Bush (2001-2009) hanno escluso la possibilita’ di sostenere Donald Trump nella corsa alla Casa Bianca. Lo rivela il quotidiano The …

1299 0
1299 0

Gli ex presidenti George H.W.Bush (1989-1993) e George W.Bush (2001-2009) hanno escluso la possibilita’ di sostenere Donald Trump nella corsa alla Casa Bianca. Lo rivela il quotidiano The Texas Tribune. “A 91 anni Bush si e’ ritirato dalla politica”, ha spiegato il suo portavoce Jim McGrath, nonostante l’ex presidente abbia di recente partecipato alla campagna dell’altro figlio, Jeb Bush, alle ultime primarie repubblicane. “Un eccezione che conferma la regola”, ha tagliato corto McGrath. Da parte sua, l’assistente personale di George W.Bush, Freddy Ford, ha spiegato che l’ex presidente “non ha in programma di partecipare in alcun modo alla corsa alla presidenza”.

Quelle di quest’anno saranno quindi le prime presidenziali che non vedranno coinvolti in alcun modo nella candidatura repubblicana i due ex presidenti, da quando hanno lasciato l’incarico. Nel 1996 Bush padre si impegno’ nella campagna di Bob Cole, suo storico rivale nel partito, mentre nel 2000 e nel 2004 sostenne il figlio. Nel 2008 e nel 2012 i due ex presidenti appoggiarono rispettivamente John McCain Mitt Romney. Nell’attuale contesa l’ex governatore della Florida Jeb Bush ha ricevuto l’appoggio del padre e del fratello, prima di abbadonare la corsa prematuramente dopo feroci confronti con Trump, e, dopo il ritiro, si e’ schierato con Ted Cruz, che martedi’ ha sospeso la sua campagna dopo la sconfitta patita nell’Indiana dando in pratica il via libera alla nomination del magnate neyorkese.

***

WASHINGTON – In un’amministrazione Trump potrebbero trovare posto Rudy Giuliani come segretario alla Sicurezza nazionale, Chris Christie come ministro della Difesa e Ben Carson come segretario alla Sanità.

Lo afferma Donald Trump in un’intervista a Fox, sottolineando che nessuna decisione è stata però presa.

Mettendo in evidenza che Carson non è interessato alla vice presidenza, Trump spiega che creerà un comitato ad hoc per valutare i suoi possibili numeri due. Il comitato “lo creerò molto presto” afferma Trump, sottolineando di non aver ancora iniziato a considerare seriamente chi potrebbe essere il suo vice presidente.

In this article

Scrivi un commento